contro- intestazione

Ti piace qualche foto di questo blog? Non rubarla, chiedimela! E se proprio non ce la fai ... vedi di non usarla per lucro! - contact email: vbpress68@gmail.com

Essere Turista

Nei tre viaggi che ho fatto non ho potuto fare a meno di fotografare i miei simili: i Turisti. Riguardando queste foto ho pensato di farne una raccolta, un campionario di bizzarrie. Sono certo che si può fare meglio, ma non sono andato a cercare le situazioni con uno scopo preciso, semplicemente me le sono trovate davanti. 

>Snaposhot: cheeeeeeeeessssss! lake Louise Banff NP, Alberta Canada - July 2006.
Nikon F4s ob Nikon AF-s 17-35/2.8 ED.

Il Turista vive la condizione di "fuori posto" per definizione. Sia in città piuttosto che in cima al Moncucco, li riconosci: sono diversi, un po' spaesati, interessati a tutto e a niente, sono Turisti. Da fotografo ho sempre creduto di potermi chiamar fuori da questa schiera, perché nascondendomi dietro alle mie macchinette (macchinone) in qualche modo giustifico la mia presenza "on site" caricandomi una valenza superiore a quella del visitatore della domenica. Che cazzata, son lì per vedere le stesse cose di tutta quella bella gente.

Il Turista si veste come gli viene.
Mi è capitato di vederne di ogni, in genere però il periodo estivo è foriero di grandi trovate: dai cappellini come neanche a carnevale, alle ciabatte infradito a 2000 metri di quota, alle gonne e tacchi su sentieri d'acciottolato. Ma questi son dettagli, la verità è che si va dal "VOGLIO STARE COMODO" al "NON HO LA PIU' PALLIDA IDEA DI COSA METTERMI". Di fatto un Turista si veste da Turista e ciò lo rende inequivocabilmente identificabile.

Lungomare in un giorno d'estate in cui il mare lo puoi solo guardare, il Pantaloncino a righe rosse nemmeno quello.
Notare il cane in visibile imbarazzo. Finale Ligure, Savona - Luglio.
Sportivo Casual ma con grande eleganza.
Manhattan NY, USA - Agosto.
Mar rosso e beluga. Sharm El Sheik - Marzo.
Celeste ceruleo, come il cielo di primo mattino.
Val Nontey PN Gran Paradiso, Valle d'Aosta - Luglio.
In tutta evidenza, non sono indigene.
Ponte di Tarcoles, Costa Rica - Agosto.
Tenuta da visita isola del golfo di San Lorenzo. Se cambia il vento vedi come scappano!
Isola di Bonaventure, Quebec Canada - Agosto.


Gli strumenti giusti.
Poiché il turismo ci chiama una o due volte all'anno, ci attrezziamo come si può. Spesso non ci si attrezza affatto e si ricorre a quel che si possiede già, altre volte ci si impone di usare strumenti che in realtà sarebbero adeguati in contesti differenti. Sulle scarpe però non è l'occasione a trovar l'uomo impreparato, molti ci mettono del loro: le infradito su un sentiero di montagna sono il simbolo di pervicace stoltezza e nulla più. Invece quanti di noi si sono trascinati borse frigo da 15 kg sulla spiaggia arroventata? La cosa avrebbe anche un senso se ci si limitasse a traslochi di 20-50 metri dal dell'automobile all'ombrellone. Spesso non è così, il parcheggio è in un'altra provicnia e il tragitto può superare il chilometro. Nel caso è tempo farsi qualche domanda: perché attraverso il deserto infuocato carico come un cammello?? Quanti ne ho visti! Il bello è che poi questa gente guarda me, che arrivo con lo scafandro sub, muta e pinne attaccate allo zaino, come un marziano. Chi dei due è fuori posto? Non sta a me rispondere, comunque io in acqua ci sto 3 ore (e me la godo), panino e birra fresca li compro al chiosco facendo girare l'economia locale (non sono quei 10 euro a mandarmi in malora) e non devo scorticarmi i polpacci con quel cofano di plastica che è il frigobar. Boh, a ciascuno le sue passioni io decisamente ne ho altre.

Frigobar, frigobar! Mai + senza.
Spiaggia di Piscinas, Marina di Arbus Sardegna - Giugno.
In sandali sul ghiacciaio, ma sono americani ...
Ghiacciaio dell'Athabasca, Alberta Canada - Luglio.
E no, questi non sono americani, e il sentiero NON è breve.
Scogliera dell'Armorica , Bretagna Francia - Agosto.

Altre volte ce la andiamo a cercare.
Sono arrivato fin qui, ma piove e tira vento: fa niente, si va avanti lo stesso. Poi i genitori si lamentano se i figli, diventati grandi, in ferie, con loro, non ci vogliono più andare; non è solo questione generazionale, ma vicenda di rancori antichi, ferite rimarginate male o ancora sanguinanti: "Quella volta che visitammo tutta Praga con gli zoccoli ai piedi perché papà disse - va bene lo stesso e non si torna in campeggio a prendere le altre scarpe - ". Caro papà, pretendi che il figliolo/a divenuto adulto ti accompagni in gita a Monaco? Stai fresco: ringrazia che ancora ti faccia vedere i nipotini la domenica. A me è andata bene, i miei genitori non mi hanno mai imposto situazioni del genere, per contro son cresciuto un po' selvatico. E Praga l'ho visitata a 35 anni. 

Piove, tira vento, ma siamo in ferie. La famiglia in ble è tenace.
Scogliera dell'Armorica, Bretagna Francia - Agosto.
Ma no, bello è bello, ma l'odore del guano è ben fetente e poi tutte queste czzz di mosche maledette...
Isola di Bonaventure Quebec Canada - Agosto.
"Ho detto che saliamo, e si sale, che poi mi dici che non abbiamo visto niente".
Ghiacciaio dell'Athabasca Alberta, Canada - Luglio.
Così a occhio lui, a lei, deve averle tirato una menata da paura.
Spiaggia di Piscinas Marina di Arbus, Sardegna - Giugno.
C'è un vento cane ma i ragazzini san giocare con tutto. A me sarebbe venuta la bronchite.
Finale Ligure, Savona - Luglio.

Con la guida è tutta un'altra roba.
Poi ci sono situazioni in cui non è possibile fare da sé ed occorre appoggiarsi ad una guida. Nella mia, limitatissima, esperienza queste occasioni sono state le immersioni subacquee e le escursioni di whale watching. Non mi entusiasmano nè le prime nè le seconde, anche se molto dipende dal numero di partecipanti. Per le immersioni ricordo un'episodio in Mar Rosso in cui c'erano così tanti subacquei a Jolanda Reef che sbagliai gruppo finendo tra gli svizzeri; recuperai la mia truppa, che si allontanava nel blu, pinneggiando come un matto. Un'altra situazione sono le escursioni in barca su mari decisamente gelidi. In questi casi la Sicurezza impone di indossare tuta di salvataggio e giacca anti vento. In British Columbia, a bordo di una motobarca, risalimmo il Knight Inlet sotto il sole feroce di una limpida giornata estiva. Nemmeno gli schizzi della prua davano sollievo, mi son sciolto nel sudore. Alle Isole Mingan, Quebec settentrionale, l'escursione in gommone ci avrebbe dovuto mostrare le bellezze naturali dell'arcipelago, ma la nostra guida era particolarmente ingrifata dalle scogliere frastagliate. Ci impose, letteralmente, povere vittime, di riconoscere forma per forma, profilo per profilo, le sagome di Yogi, Bubu e Snoopy nei calcari gialli dei fianchi delle piccole isole. E finché TUTTI non individuammo quanto da lui indicato, non ci si muoveva; parlo di ore fermi nello scarroccio dell'onda a scrutare le rocce controluce: bizzarro ed esilarante, se non fosse stato a pagamento. Nel rientro serale, alla faccia del giubbotto di salvamento, ho battuto i denti dal gelo. No le gite guidate non fanno per me.

Se cadi nell'acqua ci resti secco, quindi ti faccio schiattare di caldo fuori. Giacche per la crescita.
Tofino British Columbia, Canada - Giugno.
In questo caso ci hanno vestito come astronauti solo per giustificare il prezzo della gita.
Isola di Vancouver, British Columbia Canada - Giugno.
"Andate, andate a vedere i ricci sugli scogli" - "uhh, ohh, i Sea Urchins!"
Vabbè capo, io vengo dallo stivale italico: hai presente gli spaghi ai frutti di mare?
Isole Mingan, Quebec Canada - Agosto.
Questa fu una una bellissima immersione, affollata ma bella. Poche pinnate sulla testa.
Isola Rossa, Oblia-Tempio ,Sardegna - Agosto

Sorridi che ti faccio la foto.
E' un rito, un tic, un'azione a cui non riusciamo a fare a meno. Davanti alle più monumentali bellezze naturali o architettoniche, vuoi che non ci facciamo fare una foto con noi in primo piano e lo sfondo mozzafiato? No, io direi proprio di no, ma sono sempre stato un po' originale di mio quindi non faccio testo. Non ho nel mio vasto archivio immagini di mia moglie sorridente con lo sfondo di quel che c'è da vedere. Lei non lamenta questa mancanza, in compenso ho raccolto negli anni vasta messe di immagini di Turisti intenti nel sacro rito della "foto ricordo". Tante volte mi è capitato di essere arruolato come istant photographer e tante volte mi son trovato nell'imbarazzo di non riuscire nemmeno a trovare il pulsante di scatto di 'ste cacchio di compattine digitali, per non parlare degli smartphone: "Ma come, uno come lei che usa fotocamere così complesse non riesce a scattare con la mia compatta??". Ma vai a cagare, già ti faccio il favore di farti questa foto da bimbominkia, ma non ci provare neanche a prendermi per il culo perché non so usare la tua fotocamera del Dixan. Fammi un bel sorriso e lasciami andare che sono in ferie come te. Scenette agostane, uguali in tutto il mondo ed in tutte le lingue del mondo.

Peyto lake, Alberta Canada - Luglio
Punta La Marmora, Gennargentu, Sardegna - Giugno.
Mare in tempesta, murate di Finale Ligure, Savona - Luglio.
Caldera del Poas, Costa Rica - Agosto.
Empire State Building, Manhattan NY, USA - Agosto
Ritratto all'ancora. Museo del Vallo Atlantico, Bretagna Francia - Agosto
"Muoviti, vai dentro anche tu!". Obbedisco.
Canton Ticino, Svizzera - Giugno.

Alla fin fine sono sempre sacrosante FERIE.
Ma sì, non è nemmeno giusto farci troppe menate, come diceva mio papà: "prendiamola come viene". Non è per un cappellino bizzarro o un pantalone improbabile che la schiera dei vacanzieri si deve interrogare, ma sui propri comportamenti. Per onestà va detto che le persone ritratte in queste foto erano tutte, ma proprio tutte, rispettosissime del luogo nel quale si trovavano. In effetti chi si sbatte dall'altra parte del mondo per osservare i nidi delle Sule dell'atlantico difficilmente è persona insensibile perciò si comporta di conseguenza, si muove in "punta di piedi", non schiamazza e non tira fuori il pallone nel primo prato disponibile. Poche volte mi è capitato di incontrare dei turisti barbari, quando accade però è triste e spiegare, interagire, non serve a molto. Ma accade sempre più raramente segno che la gente è informata, ha capito. Per il resto godiamoci il cielo azzurro e quei momenti sereni nei tanti luoghi bellissimi che il mondo ci offre, gustiamoci le poche ferie di cui disponiamo, da Turisti, orgogliosi di esserlo.

E noi ce la godiamo, che è una vita che si lavora e basta!
Siviglia, Spagna - Settembre 1992