contro- intestazione

Ti piace qualche foto di questo blog? Non rubarla, chiedimela! E se proprio non ce la fai ... vedi di non usarla per lucro! - contact email: vbpress68@gmail.com

Devero di fine Settembre

Con un certo ritardo, metto qui la traccia di un bel Week End di montagna e sole in quel di Devero. Una raccolta di appunti per me, un invito all'escursione per chi passa da questo Blog.

Piani della Rossa, Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold. Photomerge di 14 immagini.

Sempre saputo che settembre è il più bel mese per la montagna, ma quest'anno, oltre a confermare quanto noto, è stato particolarmente caldo e gradevole. Beati quelli che hanno potuto goderselo per intero, perché noi abbiamo dovuto accontentarci di un solo, pur  magnifico, fine settimana. Facendo campo base da Clara ed Angelo al B&B Le Marmotte (tel: 347 0904090) è tutto più comodo e Sabato di primo mattino (non primissimo ..) siamo partiti, zaino in spalla, per prati e sentieri sassosi coccolati da un sole caldo e dall'aria frizzantina.

Si parte dal B&B Le Marmotte, con comodo, nella mattina di sabato, direzione piani della Rossa. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold.

Abbiamo scelto il sentiero per il Passo della Rossa. Giunti alla conca glaciale alla base del della Montagna, svoltiamo a sinistra in direzione del versante occidentale del catino di Devero. Va detto che si sperava di vedere qualche cervo che qui, tra settembre e ottobre, è di casa e si fa sentire. Sì perché l'autunno è la stagione del Bramito del Cervo e qui a Devero sta diventando una vera attrazione, tanto che nei fine settimana d'autunno è problematico trovare alloggio(!).

Il becco della Rossa visto dal torrente, lungo il sentiero. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold.
C'è tanta acqua in questo settembre. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold.
I grandi massi rossi alla base del Passo della Rossa.Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold.

Quest'anno l'autunno sembra non voler arrivare. I Larici resistono nel loro vestito verde e non sembrano troppo convinti di dover virare al giallo, Alla quota di circa duemila metri troviamo ancora qualche fiore, uno scampolo d'estate che non vuole andare via. Nessun camoscio e solo qualche fischio di marmotta lontano lontano.

Arriva o no 'sto autunno? Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D3 ob Nikon AFs 200-400/4 VR II, Nikon D700 ob. Nikon AFs 60/2.8 Micro.
Conca glaciale del Cervandone. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold, Photomerge di 10 immagini.
Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold.
Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold.

La conca alla base del Becco della Rossa sa proprio d'alta montagna: lingue di sassi grigi che dal versante orientale del Cervandone scendono aprendosi a ventaglio tra torrenti dall'acqua "gessosa" e prati selvatici. Qui e là disseminati, grandiosi massi precipitati dalle strutture di roccia del "range" che chiude la conca e quindi spinti in cumulo al limite del pianoro dall'antico ghiacciaio, oramai estinto. Dirigiamo il passo verso sud est seguendo la traccia del sentiero in costa ed entriamo nell'ombra della montagna. Sotto di noi l'Alpeggio è ancora assolato. Le mucche, piccole piccole, punteggiano il piano, e qui sopra il suono dei loro campanacci arriva flebile. Invece sentiamo, proprio sotto di noi, sempre più forte il bramito di un cervo solitario.

Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, Nikon D3 ob. Nikon AFs 200-400/4 VR II Gitzo Monopode GM2541.

Decidiamo di seguire quel richiamo quindi scendiamo il crinale impervio nella speranza di osservare il cervo da vicino. Arriviamo ad un balcone erboso e qui, dietro il crinale, lo vediamo. E' un giovane maschio con corna a 5 punte. La luce è scarsa, fredda, e il versante appare più selvaggio di quanto non sia. Il cervo è tranquillo, ma si accorge di un mio movimento. Non si scompone, guarda nella nostra direzione, bramisce, gira sui tacchi e se ne va. Un bell'incontro, impensabile qui a Devero fino a qualche anno fa.I cervi di Devero sono giovani e indiscutibilmente belli. Ne incrociamo altri durante la discesa. Uno, l'ultimo, proprio all'ingresso dell'alpe Buscagna.

Il Cervo, ci guarda "Bramisce" e se ne va al trotto. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D3 ob. Nikon AFs 200-400/4 VR II Gitzo Monopode GM2541.
Larici del bosco sotto il Buscagna. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D3 ob. Nikon AFs 200-400/4 VR II Gitzo Monopode GM2541.

Paghiamo cara la nostra curiosità perché il rientro al piano avverrà nelle ultime luci del giorno, previo attraversamento della faticosa costa boscata che collega i calanchi rocciosi del versante della condotta forzata, con il pascolo del Buscagna. Uno sforzo che, per tutto il giorno appresso, mi riduce le gambe a due doloranti tronchi di legno. La Domenica quindi non mi preoccupano affatto le nubi basse che si addensano attorno all'alpe, tanto non ho la forza se non di fare due passi attorno alle case di Pedemonte e poco più.

Guglie di Cornera, Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D3 ob. Nikon AFs 200-400/4 VR II Gitzo GT3541LS.
Nuvole basse scivolano sulla piana.Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D700 ob Nikon AFs 60/2.8 ED micro, hands hold.
Un ponticello schiantato dal peso della neve dello scorso inverno e, accanto, l'Albergo Fattorini. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED, Nikon D3 ob. Nikon AFs 200-400/4 VR II Gitzo GT3541LS.
Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D800 ob Nikon AFs 17-35/2.8 ED C-Polarizer, hands hold, Photomerge di 6 scatti.
Il sole tramnonta e qualche nuvola si ferma sul Cervandone. Alpe Devero (VB) - Settembre.
Nikon D700 ob Nikon AFs 60/2.8 ED micro, hands hold.

Forse è arrivato veramente l'autunno? No, non in questo week end di fine settembre. Nel Pomeriggio le nuvole scompaiono e un bel sole dolce e caldo riaccende il pianoro. Ci tocca rientrare. Onestamente avremmo preferito una sera piovosa per salutare l'Alpe, così invece ce ne andiamo guardandoci indietro. Chissà se prima della fine di quest'anno un salto a Devero non si riesca ancora a farlo ... speriamo.