contro- intestazione

Ti piace qualche foto di questo blog? Non rubarla, chiedimela! E se proprio non ce la fai ... vedi di non usarla per lucro! - contact email: vbpress68@gmail.com

Alpe Devero, la piana

Piana di Devero con, da sinistra, il Cervandone , la Rossa e Punta Fizzi, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3 ob Nikon AF-s 17-35/2.8 ISO 200. Photomerge di 3 scatti.

Le nostre belle Alpi racchiudono mille valli e scorci spettacolari. L'Alpe Devero è uno di questi. Si sale da Baceno, in Val d'Ossola, quindi si prende direzione Goglio. Giunti al paesino poi si deve imboccare la stradetta di servizio che l'ENEL costruì per creare un pratico collegamento con i suoi impianti di captazione dell'acqua. Questa strada, dopo lunghe peripezie, è diventata di accesso pubblico; non  si abbia timore dei due tunnel "rustici" scavati nella roccia: sono sicuri. Consiglio però di mantenere una prudente andatura moderata. Al termine della salita si lascia l'auto al parcheggio a pagamento perché l'accesso all'alpe è rigorosamente pedonale. Siamo alla quota di 1600m circa e dalla piana dell'alpe partono molti sentieri per le più varie escursioni, dalle poco impegnative ai tour di più giorni. A Devero è difficile annoiarsi.

Frazione Pedemonte, piana di Devero, Alpe Devero (VB) - Giugno.
Nikon D3 ob Nikon AF-S 70-200/2.8 G VR II.
Frazione Pedemonte, Alpe Devero (VB) - Luglio.
Nikon D3, ob. Tamron SP 90/2.5 Macro.
Piana di Devero, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-D 70-180/4.5-5.6 Micro.
Piana di Devero, Alpe Devero (VB) - Luglio.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 70-200/2.8 G VR II.

Clima piuttosto piovoso quello di Devero, ma la vegetazione ne giova. Gli escursionisti devono tenerne conto: mai uscire senza giacca da pioggia, mai. Il temporale è sempre in agguato. E forse questo è anche il bello delle escursioni in queste valli. Il cielo cambia di continuo in modi e forme spettacolari.

Valletta del torrente Crampiolo, Alpe Devero (VB) - Giugno.
Nikon F4s, ob. Nikon AF 20/2.8, tripod Manfrotto 055, film Fuji Sensia 100 e Ombrello.
Veduta verso la Rossa, Alpe Devero (VB) - Giugno.
Nikon D300, ob. Nikon Ais 55/2.8 Micro.
Torrente Devero, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 17-35/2.8 ED, tripod Manfrotto 055 e Arca B1.
Torrente Devero, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-D 70-180/4.5-5.6 Micro, tripod Manfrotto 055 e Arca B1.
Merlo Acquaiolo, torrente Devero Alpe Devero (VB) - Giugno.
Nikon D3, ob. Nikon AF-S 600/4 G VR ED, tripod Gitzo Studex G5 e Arca B1g.
Tempesta estiva Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D300, ob. Nikon Ais 55/2.8 micro.
Tempesta estiva Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-D 70-180/4.5-5.6 Micro.
Il temporale è passato. Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AFs 17-35/2.8 ED.
Piana di Devero, Alpe Devero (VB) - Luglio.
Nikon FM2, ob. Nikon AF 85/1.8, tripod Manfrotto 190, film Fuji Sensia 100.

Come è arrivato, di solito, il temporale, se ne va. Di solito, perché può anche accadere che vada avanti a piovere per una settimana o più di fila, senza interruzione. Devo confessare che sta cosa mette in discussione ogni forma di amore per la montagna e il prossimo in genere. Ma quando il sole si decide a tornare ad asciugare queste valli, beh allora ci si rende conto che una vita potrebbe non bastare.

Vista del gruppo del Cervandone  e sulla destra La Rossa, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-s 17-35/2.8 ED.
Veduta verso la valle Devero con il gruppo Cistella-Diei, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-s 17-35/2.8 ED.
Morena della Rossa e Punta Fizzi, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF 20/2.8, polarizzatore.
Da sinistra a destra le cime Diei, La Rossa e Punta Fizzi, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D700, ob. Nikon AF-s 17-35/2.8 ED, polarizzatore.
Lago Devero e Val Deserta, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D700, ob. Nikon AF-s 17-35/2.8 ED, polarizzatore.
Piana del Buscagna, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob. Nikon AF-s 17-35/2.8 ED, polarizzatore.
Forza, gambe in spalla e buone vacanze! Corona Troggi-Corbenas, Alpe Devero (VB) - Agosto.
Nikon D3, ob Nikon AF-S 17-35/2.8 ED.

2 commenti:

  1. Complimenti anche per queste altre foto di Devero, meravigliose come i luoghi!

    Se tu riuscissi a fare un giro anche per l'Alpe Veglia e fare un po' di foto...sarebbe davvero grandioso, dai, ci conto!

    In attesa delle foto dell'Alpe Veglia, iniziamo a segnalare un link per queste tue foto di Devero.

    Ciao
    www.AlpeVeglia.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti, sempre graditi.
      Il mio scopo è quello di fare vedere quello che ho visto io, niente di più e Devero di spunti ne offre una "montagna".
      Devero, ma di più Veglia e la val Divedro - Cairasca sono le montagne dove sono cresciuto, ho imparato a sciare (ho un'età per cui le piste di San Domenico su cui ho iniziato NON erano ai 2000 del Ciamporino, ma giù di sotto, nel vallone ... ) e sulle quali ho pestato per prime gli scarponi da trekking. Da Veglia manco da tanti, troppi, anni. In passato non c'era estate che non facessi una capatina su alla piana ai piedi del Leone, lì nello spartano campeggio sotto il Mottiscia. Quanti bei ricordi, tanti legati a persone care che purtroppo non ci sono più. Forse per questo è da quasi 10 anni che non salgo su per la gola del Groppallo, perché ad ogni tornante, e quindi ad ogni passo, la memoria tornerebbe ad anni felici, irripetibili. Ed è per questo che non ho ancora digitalizzato l'archivio film che riguarda Veglia e la val Cairasca. Mi è ancora difficile, mi fa male. Ci tornerò a Veglia, ci mancherebbe. Forse non quest'anno, ma presto e armato di fotocamere digitali modernissime, ma che nostalgia per le giornate passate a bighellonare per la piana con le Nikon meccaniche al collo ...
      Grazie, e grazie per la vostra segnalazione del mio Blog sul Portale AlpeVeglia!!

      Elimina