contro- intestazione

Ti piace qualche foto di questo blog? Non rubarla, chiedimela! E se proprio non ce la fai ... vedi di non usarla per lucro! - contact email: vbpress68@gmail.com

Lens Coat home made

NOTA: l'articolo qui riportato è visibile tal quale anche sul forum Nikonland 
(http://www.nikonland.eu/forum)

------------------------------------------------------------------------------------------

Mimetizzazione e Protezione, ma mi accontento della seconda.  Da qualche anno, diciamo una quindicina, esiste una azienda americana che produce coperture in neoprene per gli obiettivi di quasi tutte le marche e modelli. La produzione di queste cover partì con l'intenzione di fornire una copertura "mimetica" ai bianconi canon, visibili a centinaia di metri. Fatto sta che l'azienda in questione ebbe il colpo di genio di utilizzare all'uopo il neoprene monofoderato, con fodera in fantasia "camouflage". Il neoprene monofoderato di 2mm di spessore è un materiale morbidissimo che ben si adatta a tutte le modanature dei Big Glass. Come fattore accessorio questo genere di copertura garantisce una certa protezione da colpi e urti accidentali. Certo non protegge il prezioso teleobiettivo da cadute sassose o, peggio, da tuffi fangosi, ma consente ad esempio di appoggiarlo su un masso o contro il tronco di un albero senza graffiare la verniciatura del barillotto. Da premuroso e ansiogeno possessore di un Big Glass quale sono, ho pensato bene di procurarmi la cover dedicata al mio caro teleobiettivo. Ma non ho scelto tra le molte versioni camouflage, no, ho preferito quella nera senza fantasie di mimetizzazione. Chissà mai che un domani dovessi trovarmi ad usare il 600mm in autodromo piuttosto che in uno stadio, ebbene la mimetizzazione mi farebbe sentire un po' "fuori luogo". La confezione per il 600 mm diciamo che non è proprio a buon mercato: 75Euro. Con la stessa cifra ho comperato la muta monopezzo della Cressi, e dentro lì di neoprene ce n'è ben di più e tagli e cuciture sono ben più complessi. Però ho apprezzato il fattore protezione. E sì parecchio. E perché non "coprire" anche il vecchio 300 AF-I ? La ditta americana non fa più quella cover da un pezzo. Fine? e no! In Italia ci sono molti produttori di mute da sub "su misura". Tra questi c'è ElioSub che vende anche pezze di neoprene a metro. Per 75 Euro (và il caso) spedizione inclusa, ElioSub mi ha fornito 2 pezze di neoprene nero 2x1.30m. Una monofoderata 2 mm e l'altra uno sfoderato liscio da 2mm. Pronti via.

Taglia e cuci il Neoprene, non è così immediato. 
Il neoprene monofoderato si taglia con le forbici, ma attenzione il taglio non è banale. Si ottiene facilmente un taglio sbocconcellato e impreciso. Ricorrendo al nastro adesivo di carta ho risolto.

Tavolo di Lavoro

Occorre segnare ben bene tutte le pezze che si vogliono ottenere. Si tenga conto che il materiale è molto morbido e si deve pretendere che una volta posizionato rimanga con una certa tensione. Quindi ad esempio, per avvolgere un tubo di circonferenza di 20 cm e lunghezza di 10 cm sarà necessaria una pezza rettangolare lunga 16cm e larga 10.5 cm. Sì perché si tratta di un materiale elastico, se lo allunghiamo in una direzione, si accorcerà nell'altra.Cucire il monofoderato non è una cosa semplice. Il trucco è la carta velina. Le foto seguenti spiegano come.

Carta velina per consentire lo scorrimento della superficie non foderata
l tavolo di lavoro è sempre un po' un casino.
Poi basta strapparla via!

Sostanzialmente occorre porre il foglio di carta velina sul lato sfoderato del neoprene, che altrimenti non scorrerebbe sotto il piedino della macchina da cucire, e cucire i lembi affiancati ottenendo infine un anello di neoprene. Al termine della cucitura (zig zag sufficientemente fitto) basta strappare la carta velina e il gioco è fatto. Il trucchetto non è farina del mio sacco, ma un suggerimento di mia moglie che, impietosita da i miei continui insuccessi, mi ha introdotto alle tecniche del cucito. Alla fine mi son fatto prendere la mano e ho coperto un po' tutto.

Obiettivi con il cappottino.
------------------------------------------------------------------------------------------

Rain Cover? E sì questa serve.
Recentemente la ditta di cui sopra accennavo, ha introdotto delle bellissime rain cover camuflage e la scorsa settimana mi ha inviato una mail di pubblicità con il catalogo della sua produzione. Belle, non c'è che dire. Ma non ho potuto resistere e ho risposto loro : "too late my friend, too late". E sì perché sono anni che i miei tele, estate e inverno, escono con il soprabito. E questo è Camuflage sul serio.

Rain Cover prima versione su Nikon 600/4 AF S VR

Ma quando la pioggia è seria devo ricorrere ad un telo di copertura in quanto il tessuto cordura che ho utilizzato non è completamente stagno e nel contatto con altre superfici, lascia filtrare l'acqua.

Appostamento finlandese. Visto poco, fotografato meno, il tutto in una fastidiosa e debole pioggerellina.
Il telo a TeePee l'ho agganciato ad un albero, poi teso al suolo con dei picchetti.
Campo posticcio lungo il torrente Crampiolo. Qui di pioggia ne ho presa veramente tanta, ma lo stesso telo
usato in Finlandia ha fatto il suo dovere. Un fresco pomeriggio agostano.

Questo limite è stato superato con l'acquisto del foglio di neoprene sfoderato, che ho inserito all'interno delle mie cover camouflage ottenendo una rain cover a prova di SECCHIATE. Ho documentato per il forum Nikonland i passi dettagliati di realizzazione dell'inserto di neoprene e li riporto qui in seguito.

Misura con precisione utilizzando il nastro adesivo di carta come segna linee. Consiglio di farlo sul lato foderato del neoprene
Segna sul nastro di carta le linee di taglio.
Fissa bene il nastro Adesivo e Taglia
Segna e taglia la modanatura.
Verifica forma per essere certo che tutto vada a posto senza grinze.
Inserisci l'inserto nella copertura a sacco e non resta che cucire (auguri).
Dopo aver imbastito tutto il bordo, altrimenti il neoprene "scappa", occorre ricucire l'intero perimetro
E voilà le coperture sono pronte ad affrontare giorni tempestosi.
E prender acqua non è più un problema. Cogne (AO) - Marzo.
Il 600 mm sotto una pioggerellina gelida e penetrante. Cogne (AO) - Marzo

Spero che questa mia sia di interesse anche per altri folli che amano portarsi gli attrezzi su per le montagne e tra i boschi in ogni stagione dell'anno. Per ulteriori chiarimenti sapete dove trovarmi.

10 commenti:

  1. Dove acquisti i fogli di neoprene e l'altro materiale?

    Il problem è tutto qui!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Anonimo.
    Come ho riportato nell'articolo il neoprene l'ho acquistato da ElioSub. Lo troverai con una semplicissima ricerca sul web. Il tessuto sintetico mimetico lo puoi trovare in un qualunque negozio di caccia - pesca ben fornito oppure su Militaria.
    Comunque il problem non è tutto qui, te ne accorgerai al taglio del neoprene e alla cucitura zig zag. Se segui le mie indicazioni, frutto di non poche prove, risparmierai tempo e fatica

    ciao anonimo

    RispondiElimina
  3. Grazie, ottimo tutorial!!!!, purtroppo e' difficile trovare il neoprene con disegno Mossy Oak .... diciamo che non ci sono proprio riuscito (se cerchi su google Mossy Oak, capisci quanto e' bello) .....ElioSub lo ha prevalentemente con disegno fondale marino ... domani provo a sentirli) gli unici fogli di neoprene che ho trovato da una ditta sono enormi 120X200 cm a 79€ +IVA + SSp ed il disegno mimetico non era male (piu' primaverile/estivo) .... ma per fare 4 annelli per un Nikkor 80-200 AF f 2,8 ED sono troppi ....

    Luigi

    RispondiElimina
  4. Ciao Luigi,
    sono contento che ti sia stato utile. Ho visto il Mossy Oak. Certo che è ganzo, ma personalmente non ci coprirei i teleobiettivi, avrei vergogna ad utilizzarli al di fuori di un contesto "boschivo". Diverso il discorso per la Rain Cover: magari avessi trovato un cordura con quella fantasia! Per il foglio troppo grande ... e consorziarsi?
    Passa su Nikonland e butta la tua proposta, secondo me trovarai dei soci con cui condividere pezza e spesa.

    ciao

    Valerio

    RispondiElimina
  5. @Valerio tu piu' che una Rain Cover gli hai fatto un cappottino !!!! .... gli manca la targhetta con la firma dello stilista .... hahahaha.

    Non mi arrendo, devo trovarla da qualche parte una cordura con quel disegno!
    Consorziarsi per l'acquisto la vedo dura .... dovrei trovare altri "pazzi" dove abito .... non credo ce ne siano :)


    Grazie, ciao.

    Luigi

    RispondiElimina
  6. Senti.... se lo trovi contattami, diamine!
    Io non ho trovato nulla del genere, in Italia. Forse offshore ci sono + opportunità.
    Se trovi comunque, mi ripeto, ricordati di me

    GRZ :)

    Ciao
    Valerio

    RispondiElimina
  7. Se trovo il Mossy Oak ti avviso, cosi' ricambio il favore.

    Dimenticavo belle foto!!!! ....... poi la Finlandia ce l'ho ne cuore anch'io.

    Ciao.

    Luigi

    RispondiElimina
  8. Grazie Luigi

    E ti ringrazio per l'apprezzamento. La Finlandia è lì da visitare. E' un paese molto pratico, oltre che bello, da visitare, ma ti sconsiglio Agosto. Giugno - Luglio è il massimo ... aver le ferie!

    ciao e alla prossima

    Valerio

    RispondiElimina
  9. Ti ringrazio anche io. Davvero utile
    Elisub dovrebbe farti lo sconto!!!
    Paolo

    RispondiElimina
  10. Guardate che Mossy Oak ha 6 motivi mimetici diversi.

    RispondiElimina